Sabato 7 Giugno


ore 20:30

Shelter
ore 22:30


ore 20: 30 QUEEN OF COMEDY 2008

Il Festival MIX di Cinema Gaylesbico e Queer Culture in collaborazione con Comedy Central conferiscono il premio Queen of Comedy 2008 a : CINZIA LEONE.



BRAIN&SEXY

Nello spazio Scatola Magica del Teatro Strehler dalle 19.30 alle 20.30, torna il salotto più POP della letteratura italiana.
Capitanato da La Pina e Diego Passoni di Radio Deejay, a cura di Federico Giunta. Brain&Sexy: presentazioni letterarie, discussioni da spolverare e chiacchere senza senso.

Oggi ospiti Alessandro Fullin con Come fidanzarsi con un uomo senza essere una donna (Mondadori), Cinzia Felicetti con Principesse si diventa (Sperling&Kupfer), Francesco Gungui con Nel catalogo c'è tutto (Feltrinelli).



Venerdì 6 Giugno

ore 20:30

Vivere
ore 22:30


BRAIN&SEXY

Nello spazio Scatola Magica del Teatro Strehler dalle 19.30 alle 20.30, torna il salotto più POP della letteratura italiana.
Capitanato da La Pina e Diego Passoni di Radio Deejay, a cura di Federico Giunta. Brain&Sexy: presentazioni letterarie, discussioni da spolverare e chiacchere senza senso.

Oggi ospiti Barbara Alberti con Il Vangelo secondo Maria (Castelvecchi Editore) ed Espedita Fisher con Clausura (Castelvecchi Editore).

Giovedì 5 Giugno

ore 20:30

Chuecatown
ore 22:30


DALLE ORE 00:00
PLASTIC
the (yes) re-MIX party
c/o PLASTIC Viale Umbria 120
dj set Max_M - Nunzio Da Vinci
Ingresso gratuito con il biglietto del Festival MIX 2008


Mercoledì 4 Giugno

COCKTAIL DI INAUGURAZIONE
CITROËN C-CROSSER
DALLE 19.00 ALLE 21.00
Sagrato Teatro Strehler
OPEN BAR & LIVE DJ SET / ANDREA VIGNA


ALLE 21:30

dream boy

Ambientato nell’america del sud e tratto da una novella best seller di Jim Grisley, Dream Boy è l’affresco sentimentale e nostalgico dei tormenti e dell’estasi dell'amore adolescenziale tra Nathan e Roy. Impacciati, emozionati, senza schemi. Teneramente attratti da emozioni sconosciute e irresistibili. In pochi giorni sono perdutamente trascinati nel vortice di una romantica e pericolosa storia d’amore, tanto appassionata quanto segreta. Il giovane James Bolton, riesce nel difficile compito di commuoverci con i silenzi. Un film che si vede tutto d’un fiato. Presentato alla Berlinale 2008. Il regista James Bolton sarà presente alla proiezione.

22° Festival MIX di Cinema Gaylesbico e Queer Culture

Tra il bianco e il nero. Della vita e della morte. Dell’amore e dell’odio. Della gioia, della speranza, della tristezza. Del cambiamento, dell’ostinazione. Della dignità, dell’ingiustizia, dell’umiliazione, del silenzio. E si potrebbe continuare a lungo, in un elenco di apparenti opposti che nelle nostre vite si sfidano, indispensabili gli uni al senso degli altri. Le trame dei film si intrecciano, disegnando una mappa coerente ed aggiornata dei si e dei no, delle nostre emozioni,delle nostre contraddizioni. Dal drammatico ritratto dell’adolescenza che non accetta le convenzioni, dipinto da James Bolton in Dream Boy, alle sfide feroci di Bruce LaBruce, che in Otto auto-critica una generazione consumata dal consumo. E poi la sfida di Senza fine, il film italiano di Roberto Cuzzillo, che racconta il viaggio della speranza per l’inseminazione assistita. E la sfida diversamente dolorosa dell’epico Les filles du botaniste, storia vera di due donne, contadine in una zona remota della Cina, giustiziate quando scoperte amanti. Vivere di Angelina Maccarone mette in gioco le contraddizioni di tre generazioni, così vicine, così lontane. Sexy, semplice e romantica la partita di Shelter, il melodramma sentimentale in cui due surfisti scoprono l’amore e tutte le certezze crollano. E poi il capolavoro di Gael Morel, Après lui, in cui Catherine Deneuve ci rispecchia incapaci di metabolizzare il lutto, il dolore. Si ride, si ride, ci mancherebbe che non si rida al cinema. Si sorride nel thriller Finn’s Girl e in Love my life, versione in carne ed ossa di un fumetto manga giapponese. E si ride tanto, come spesso accade nelle pellicole spagnole, con Chuecatown, una dark comedy in cui i buoni sono due giovani orsi-bear madrileni e il cattivo un folle speculatore immobiliare. E si ride in Breakfast with Scot, dove l’undicenne protagonista vince con la sua autentica rivoluzione d’amore. Infine Derek, il documentario narrato da Tilda Swinton, costruito da Isaac Julien con materiale inedito,uno straordinario tributo alle intuizioni sempre attuali di un grande artista e pensatore visionario.


« previous | home | next »